Convegno Nuove Marca-ture

10/02/2011

Ideazione e organizzazione del convegno di approfondimento sulla cultura di marca coinvogendo il naturale target di Millward Brown, i direttori marketing.

 Obiettivi

Creare un’occasione di incontro tra Millward Brown e le direzione marketing delle più importanti aziende nazionali e multinazionali presenti in Italia con l’obiettivo di generare approfondimento sul binomio investimenti in ricerca e cultura di marca oltre a concorrere all’ulteriore sviluppo della brand awareness e reputation di Millward Brown.

Strategia e strumenti
Per facilitare l’incontro tra Millward Brown e i suoi naturali interlocutori  si è scelto di organizzare un convegno aperto che avesse un tema di interesse per il target a cui si rivolgeva. Nell’ambito di “Nuove Marca-ture” è stata infatti analizzata l'evoluzione del brand nei nuovi assetti di mercato usando la metafora calcistica per rappresentare il comportamento dei consumatori, il terreno su cui si “gioca la partita della marca”. Per rendere più ricco e interessante il dibattito sono stati coinvolti relatori di significativa e riconosciuta esperienza: Salvatore Ippolito -Sales Director Business Unit Portal and Mobile Vas di Wind Telecomunicazioni-, Paolo Iabichino, - Direttore Creativo Ogilvyone e Ogilvy Interactive- e Vittorio Meloni -Direttore Relazioni Esterne Banca Intesa Sanpaolo-.

MY PR ha seguito l’organizzazione dell’evento supportando il Cliente in tutte le sue fasi: dalla definizione del tema alla scelta della location, dall’elaborazione della mailing list all’invio dell’invito, dalla gestione degli accrediti alle relazioni con la stampa.

Risultati

L’evento ha raggiunto e superato gli obiettivi prefissati con il cliente Millward Brown sia dal punto di vista della richiesta di approfondimenti richiesti, sia in termini di nuove relazioni generate, sia sul fronte della visibilità sulle principali testate di comunicazione. Al convegno hanno partecipato circa 60 professionisti tra direttori marketing, brand e product manager in rappresentanza di 45 aziende e 14 giornalisti autori di 13 articoli dedicati e una videointervista ai relatori.